vacanze-Carona

 

vacanze ELEMENTARI dal 2 all'8 luglio
vacanze MEDIE dal 9 al 15 luglio

Viaggio con macchine genitori disponibili

Riunione informativa sia per genitori medie che elementari lunedì 26 giugno ore 21.00 in oratorio

La scheda di iscrizione con tutte le informazioni è disponibile in oratorio.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

cancano

 

“ alzo gli occhi verso i monti…IL MIO AIUTO VIENE DAL SIGNORE...”

VACANZE delle   FAMIGLIE della PARROCCHIA di  S.GIUSEPPE – COMO

Dal 16 – 22/Agosto2017 a CANCANO mt. 2000

 Indicazioni:

Viaggio con mezzi propri.

Costo: bambini fino a 5 anni gratis.

*ragazzi  da 6 a 12 anni 12,50 € al giorno (compresa la quota di soggiorno)

*adolescenti(13–17 anni):  15,00 al giorno(compresa la quota di soggiorno)

*Adulti:   25,00 € al giorno.(compresa la quota di soggiorno)


Portare:  lenzuola o sacco a pelo – indumenti per alta  montagna – scarponcini ecc. occorrente per igiene personale.

(NB la Quota giornaliera di soggiornocompresa nel costo è di € 10.00).

 

Iscrizioni: in segreteria parrocchiale entro il 30 Luglio 2017.

grazie grest

Poco alla volta raccontiamo le avventure alla scoperta delle meraviglie del Grest

CALENDARIO-GREST per informazioni Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

GITA-BARADELLOGITA-MINIERE

per scoprire le MINIERE dei Piani dei Resinelli:   http://www.youmines.com/le-miniere/parco-minerario-piani-resinelli.html

GITA-S.TOMASOGITA-WATERPARKPISCINA-W

Notizie

Potrete trovare qui gli ultimi articoli pubblicati, in ordine sparso. Per una ricerca mirata, utilizzate  i "TAGS" in fondo alla pagina (per argomenti) o cercate il gruppo di riferimento (nel menù CATECHESI e GRUPPI, o nella BACHECA per le associazioni che ruotano intorno alla Parrocchia).

da giovedì 15 febbraio secondo gli avvisi apposti nelle case

CARISSIMI  SANGIUSEPPINI,

anche quest’anno, torna la favorevole occasione della Benedizione delle Famiglie nel cammino verso la santa Pasqua.

E’ sempre, per noi frati, un prezioso momento di conoscenza e di condivisione della vostra missione familiare. Quest’anno consegneremo ad ogni famiglia un piccolo libretto sulla santificazione della Domenica e come si vive la celebrazione Eucaristica. Stiamo, tutti, constatando una diminuzione riguardo la partecipazione alla s. messa domenicale. L’assenza alla messa domenicale riguarda non solo gli adulti, ma anche i ragazzi ed anche i bambini che si sono appena accostati alla s. messa di prima comunione.

Una persona è realizzata se cammina nella gioia, nella serenità,nella pace del cuore: l’uomo è se stesso, non se possiede ricchezze o posti di comando, ma soprattutto se nel suo cuore vivono questi sentimenti. Ora, la domenica, per il suo contenuto che è Gesù Cristo risorto, è proprio il giorno della gioia: lì il cristiano attinge il vero senso della sua vita e del suo quotidiano, spesso avvolto nella sofferenza, nel disagio e anche nei dispiaceri. E’ solo il Signore che ci può offrire un po’ di pace in questo mondo tanto triste e disorientato. Dovremmo uscire dalla messa domenicale con un sincero respiro, desideroso di continuare la nostra esistenza nella serenità avuta non tanto dagli uomini, quanto unicamente dal Signore.

L’uomo acquista il vero   senso della sua dignità quando crede e vive la sua origine di “somiglianza di Dio”.Dio disse:”facciamo l’uomo a nostra somiglianza, maschio e femmina li creò”. E’ solo in questo che può trovare la sua vera dignità: figlio di Dio simile all’immagine di Dio. 

Ora la domenica ricorda non solo la creazione in genere, ma la creazione dell’uomo: l’uomo non come una semplice creatura, ma come un essere simile al Signore.

Quando alla domenica partecipa e vive questo giorno recupera anche questa verità che forma la sua vera dignità. Noi non siamo solo muscoli, non siamo solo materia, siamo dimensione divina per  contemplare, pregare, comunicare: tutto questo comporta uno spazio di riposo, necessario per non diventare un robot. La domenica è anche il giorno del riposo proprio per poter soddisfare le esigenze dello spirito che necessita di nutrimento.

Il  parroco.

Consiglio pastorale

Il Consiglio Pastorale Parrocchiale è un organismo di comunione che, come immagine della Chiesa, esprime e realizza la corresponsabilità dei fedeli (presbiteri, diaconi, consacrati e laici) alla missione della Chiesa a livello di comunità cristiana parrocchiale. E' un luogo dove i fedeli, soprattutto i laici, possono esercitare il diritto-dovere loro proprio, di esprimere il proprio pensiero ai pastori e comunicarlo anche agli altri fedeli, circa il bene della comunità cristiana parrocchiale.

Il consiglio parrocchiale ha un duplice fondamentale significato: da una parte rappresenta l'immagine della fraternità e della comunione dell'intera comunità parrocchiale di cui è espresssione in tutte le sue componenti, dall'altra costituisce lo strumento della decisione comune pastorale, dove il ministero della presidenza, proprio del parroco, e la corresponsabilità di tutti i fedeli devono trovare la loro sintesi. Il consiglio pastorale è quindi realmente soggetto unitario delle deliberazioni per la vita della parrocchia. Il parroco, che presiede il consiglio e ne è parte, deve promuovere una sintesi armonica tra le differenti posizioni, esercitando la sua funzione e responsabilità ministeriale.

Un buon funzionamento esige una coscienza ecclesiale da parte dei membri uno stile di comunicazione fraterna e la comune convergenza sul progetto pastorale. Va garantita la continuità ma anche il ricambio dei membri. 

Il consiglio pastorale si deve preoccupare di coinvolgere, ascoltare e informare tutta la comunità cristiana a proposito delle princiapli questioni pastorali inerenti la vita della parrocchia.

Il Consiglio Pastorale Parrocchiale è dotato di un proprio statuto che ne definisce scopi, composizione, compiti, e modalità di funzionamento.

VERBALE DELLA SEDUTA DEL CONSIGLIO PASTORALE PARROCCHIALE DEL 23 GENNAIO 2018

A questa prima seduta del nuovo consiglio sono presenti tutti i membri.

1.PREGHIERA

Su invito del parroco il consiglio inizia con la lettura di un brano della lettera di san Paolo agli Efesini (4,7.11-16) seguita da una riflessione personale e da una preghiera corale.

2. INTRODUZIONE

Il parroco introduce quindi alla seduta.

Ringrazia tutti i membri per la disponibilità offerta ad essere collaboratori dell’evangelizzazione, a vivere l’esperienza nella concordia e nell’unità in comunione con il Signore. Come dice la lettera agli Efesini ognuno ha un suo ruolo e stile particolare ma tutti operiamo in collaborazione.

La nostra è una parrocchia “sui generis” in quanto affidata ad una fraternità di religiosi, i frati francescani, in cui i confratelli collaborano strettamente con il parroco, sono i primi collaboratori alla pari.

3. ORGANIZZAZIONE DEL CONSIGLIO

Angelo Mambretti riassume il lavoro svolto dalla commissione che si è formata in vista del rinnovo del Consiglio. Ricorda in particolare che è stato redatto un nuovo regolamento in cui si è reintrodotta la componente elettiva con l’obiettivo di coinvolgere maggiormente la comunità. Il consiglio risulta composto da 20 membri di cui 11 eletti, 5 rappresentanti di gruppi parrocchiali, un rappresentante dell’OFS e 3 membri nominati dal parroco.

A questo punto ci si presenta brevemente per una prima conoscenza reciproca.

Vengono quindi letti i passi del regolamento che definiscono ruoli e compiti necessari per l’operatività del consiglio: moderatori e segretario.

4. NOMINA MODERATORI E RAPPRESENTANTE NEL CONSIGLIO VICARIALE

Accogliendo la disponibilità offerta vengono scelti come moderatori i consiglieri Marco Guggiari e Chiara Favero. Il regolamento prevede che il segretario può non essere membro del CP. Il parroco, in continuità con il consiglio precedente, ha confermato Angelo Mambretti.

Consiglio Vicariale: viene letto l’articolo del regolamento del Consiglio Vicariale che ne definisce la composizione. Sono membri tra gli altri i parroci e uno o due rappresentanti dei CP parrocchiali. Il parroco chiede la disponibilità di un membro per questo compito. Visto che nessuno si propone il parroco, con il consenso del consiglio, conferma come delegato dal consiglio pastorale Lorenzo Vernole.

5. INIZIATIVE PER LA QUARESIMA

Benedizione delle Famiglie: p. Antonio sottolinea che a causa di questo impegno, momento bello di incontro con le famiglie, i frati negli orari previsti per le benedizioni saranno meno presenti in parrocchia.

Catechesi adulti: p. Antonio, sulla base delle esperienze passate, comunica che si è scelto di concentrare la catechesi nei momenti più significativi dell’anno liturgico: Avvento e Quaresima.

Per la Quaresima sono previsti 4 incontri con don Marco Cairoli nelle sere: 1,8,15,22 marzo 2018.

Imposizione delle ceneri:

alle ore 21 di mercoledì 14 febbraio; la celebrazione sarà tenuta da p. Lorenzo per coinvolgere anche i più giovani.  Alle ore 17 ci sarà la celebrazione per i ragazzi.

Si richiamano poi alcune esperienze degli scorsi anni:

Pugno di riso: è l’esperienza iniziata alcuni anni fa. Al venerdì sera dopo la recita dei vespri si mangia un “pugno di riso” in silenzio e nell’ascolto della parola di Papa Francesco.

Vie crucis: alle 17.15 in chiesa ed una serale itinerante per le vie della parrocchia il penultimo venerdì di quaresima.

A questo punto da diversi membri viene sottolineato come non ci sia praticamente la possibilità di partecipare alla via Crucis da parte di chi lavora. Viene anche detto che non si vorrebbe intaccare l’esperienza del pugno di riso. Dopo diverse proposte viene accettata da tutto il consiglio quella di p. Lorenzo in quanto risponde alle esigenze e osservazioni emerse.

Quindi il venerdì ci saranno:

alle 17.15 via Crucis in chiesa,

ore 19.30 pugno di riso mantenendo la stessa struttura

ore 20.30 via Crucis in chiesa,

penultimo venerdì, ore 21 via Crucis Itinerante.

Le vie Crucis saranno organizzate dai vari gruppi.

In particolare: il 23 febbraio dai ragazzi delle medie, il 2 marzo dall’OFS, il 9 marzo dalla Caritas, il 16 marzo dal Consiglio Pastorale.

La via Crucis itinerante del 23 marzo sarà organizzata dal gruppo famiglie. Va definito in tempo il percorso avvisando il comando dei vigili almeno un mese prima.

E’ prevista anche la raccolta viveri a favore della Caritas parrocchiale. Bruna Marinoni la ritiene un contributo prezioso ma segnala la necessità di un aiuto per il trasporto dei viveri. Claudio Liuzzi si rende disponibile.

Il 30 marzo, venerdì Santo, si terrà la processione cittadina che partirà come sempre dalla basilica del Crocefisso.In parrocchia è previsto il triduo pasquale nelle modalità consuete.

6. FESTA DI SAN GIUSEPPE: INIZIATIVE E PROPOSTE

Lo scorso anno in occasione del 50° erano state organizzate molte iniziative prima, durante e dopo la festa. Quest’anno la celebrazione si terrà domenica 18 marzo e si ritorna allo stile tradizionale.

Il comitato per l’organizzazione della parte “ludica” (bancarelle, tortelli,…..) per quest’anno si è già riunito e la sta preparando.

Recital: si terrà come da tradizione in chiesa alle ore 21 d sabato.

I frati comunicano che nel triduo di San Giuseppe nelle omelie ci sarà un particolare pensiero per il santo.

P. Antonio comunica che la chiesetta, che ogni domenica fino a Pasqua è affidata agli ortodossi di Como, sarà lasciata libera in occasione della festa patronale.

Si chiederà ad Anna Rossi la disponibilità per fare da guida alla visita della chiesetta.

Si valuterà la possibilità di realizzare una collezione fotografica per visione durante la festa.

La Messa delle 10 sarà tenuta nelle modalità consuete. Viene sottolineata in particolare da p.Lorenzo la necessità di animare in modo celebrativo la Messa centrale delle 11.30. La proposta è che se ne occupi il consiglio Pastorale.

Francesca Perna si fa carico di coinvolgere almeno qualcuna delle componenti del coro della 10 perché sia disponibile ad animare anche la Messa delle 11.30, coordinandosi poi con coloro che già cantano alle 11.30.

A Palma Balestrini viene assegnato l’incarico di coordinare la preparazione della Messa (lettori, preghiere, offertorio, raccolta offerte … ) coinvolgendo membri del CP.

Diversi membri ritengono che un contributo per animare il canto nell’occasione delle celebrazioni solenni (Natale, S. Giuseppe, Pasqua) dovrebbe essere dato anche dal coro del recital, anche solo da una parte di esso.

P. Antonio ne parlerà con il maestro del Recital per una verifica.

7. BENEDIZIONE DELLE FAMIGLIE

Vedi punto 5

8.VARIE

Angelo Mambretti, anche a nome di Elisa Pedretti che si occupa della gestione del sito e in generale dei social della parrocchia, segnala la necessità di rivedere e aggiornare i canali di comunicazione che sono stati introdotti negli anni scorsi. In particolare: sito (www.sangiuseppe.it da rivedere e mantenere aggiornato con i contributi dei gruppi), pagina Facebook “oratorio sangiu” che ha 600 amici ma che attualmente non funziona correttamente, Newsletter che ha 242 iscritti da rendere un po’ più sistematica). Il CP accoglie la richiesta di formazione di una commissione dedicata composta da Elisa, p. Lorenzo, Angelo M, Marco G. e Francesca P. La commissione riferirà poi al CP.

Claudio Liuzzi chiede che al prossimo CP possa essere messo all’O.d.G. la ricostituzione del Consiglio d’Oratorio.

Angelo Noseda ricorda che entro marzo si può rinnovare la tessera del NOI.

Alle ore 23.15. la seduta si conclude.

 

 

 

Il nuovo Consiglio Pastorale Parrocchiale è così composto:

dal parroco p. Antonio che ne è presidente, dai frati della Parrocchia e dai seguenti membri laici che hanno accettato di svolgere il servizio alla Parrocchia:

 

 

BALESTRINI  PALMA           per elezione

BIANCHI  GRAZIA                per elezione

            BELOTTI DARIO                   scelto dal parroco

            CARUSO FRANCESCO       scelto dal parroco

            CORTI  PAOLA                     per elezione

            DAMIANO  LUIGI                  per elezione

            FAVERO  CHIARA                per elezione

            FRIGERIO SERGIO             per la Polisportiva

            GRIGIONI CARLO                per OFS

            GUGGIARI  MARCO            per elezione

            LIUZZI  CLAUDIO                per elezione

            MAGATTI  MARICA             per elezione

            MARINONI BRUNA             per la Caritas parrocchiale

            MONACI MASSIMILIANO   per pastorale familiare

            NOSEDA ANGELO             per il Circolo San Giuseppe

            PERNA  FRANCESCA       per elezione

            RONCORONI  MATTEO    per elezione

            STANZIONE  MASSIMO    per elezione

            ZACCONE COLOMBA       scelta dal parroco

            ZOCCOLA GABRIELLA     per le catechiste

 

Segretario : MAMBRETTI ANGELO

 

Il Consiglio Pastorale è l’organo di comunione e partecipazione dei fedeli alla vita della parrocchia rappresenta l’intera comunità parrocchiale. Ha il compito di:

a) Riflettere sulla situazione della comunità parrocchiale e della popolazione della parrocchia

b) di programmazione e di coordinamento dell’azione pastorale a

c) favorire la comunione tra i fedeli di diversa formazione e tra i gruppi ecclesiali al fine di costituire insieme la comunità parrocchiale

VERBALE CONSIGLIO PASTORALE DEL 19 GIUGNO

Sono assenti: Chiara Favero, Claudio Liuzzi; Carlo Grigioni (OFS)

Dopo la preghiera si inizia l’incontro secondo l’ordine del giorno.

1.       Approvazione Verbale CPP del 4 maggio

Oratorio

La caratteristica fondamentale dell’oratorio, che lo distingue da altri luoghi, è quella di avere una chiara proposta di formazione: l’intento dell’oratorio è quello di trasmettere la fede ai ragazzi e, proprio grazie alla fede, promuovere un’autentica umanità.

L’oratorio investe tutte le dimensioni proprie della vita di un ragazzo attraverso la proposta della preghiera, dell’ascolto della Parola, della catechesi, dell’esperienza comunitaria, del gioco, dello sport e dell’impegno caritativo. 

L’oratorio è vicino ai ragazzi e alle loro famiglie. Esso educa mediante il metodo dell’animazione, attraverso molteplici attività e diversi punti di riferimento educativi. Vuole proporsi come ambiente quotidiano di crescita umana e spirituale, attraverso relazioni significative.


L’oratorio è fatto di relazioni e attività, preghiera e gioco, impegno e divertimento: esso costituisce una palestra di vita cristiana nella quale maturare la propria identità personale, il rapporto con gli altri e l’elaborazione del senso della vita.

Secondo la felice intuizione di san Giovanni Bosco, l’oratorio vuole essere «casa che accoglie, chiesa che evangelizza, scuola che avvia alla vita e cortile per incontrarsi», fedele all’intuizione originaria di coniugare annuncio del vangelo e pienezza umana.

Nel nostro oratorio tutti sono benvenuti, come dice in cartello all’ingresso. Ci sono anche delle regole da rispettare: queste norme ci aiutano a proteggere la nostra gioia e fare in modo che ciascuno si possa divertire nel rispetto degli altri, soprattutto dei più piccoli, e della sensibilità comune. 

cartello-oratorio

 Il nostro oratorio vuole caratterizzarsi per uno stile positivo. Questo dipende da ciascuno di noi, innanzitutto dal nostro esserci e poi dal come ci siamo: l’oratorio lo costruiamo insieme, come presenza e come stile. L’oratorio è un po’ come la nostra seconda casa!

Esso è fatto di piccole occasioni, preziose e importanti perché la nostra fede in Gesù passa sempre attraverso l’incontro con altre persone concrete: da soli anche la nostra fede si rinsecchisce!

mettifedemetticristo

Corresponsabilità: significa essere responsabili insieme, essere tutti (ognuno con la sua parte) responsabili di qualcosa. Nel nostro oratorio vogliamo essere corresponsabili. Ognuno ha un ruolo diverso, certo, ma ogni ragazzo e adulto è responsabile di creare un oratorio bello e sano. Non si viene in oratorio per accedere a un servizio e sfruttarlo, ma per costruirlo. 

Ognuno di noi è, con la sua parte, responsabile di creare un oratorio bello e un ambiente gioioso per i nostri ragazzi.
Ogni adulto è un educatore e un esempio, sempre. 

 

CALENDARIO INCONTRI ORDINE FRANCESCANO SECOLARE
GENNAIO – GIUGNO 2018

GENNAIO

Domenica 14: Incontro fraternità  e Formazione regionale

FEBBRAIO

Domenica 4: Incontro fraternità

MARZO

Domenica 4: Incontro di Zona

Domenica 11: Incontro fraternità

Sabato e Domenica 10/11:  Week-end residenziale per formatori

APRILE

Domenica 8: Incontro fraternità

MAGGIO

Domenica 13: Incontro fraternità

Domenica 27: Capitolo delle stuoie Caravaggio

GIUGNO

Domenica 10: Incontro fraternità

APPELLO DI CARITAS COMO PER LA RICERCA DI VOLONTARI: SI “SDOPPIA” IL SERVIZIO COLAZIONI DEL MATTINO 

Sono 150 le persone senza fissa dimora, italiani e migranti, che tutte le mattine, giorni festivi compresi, nella piazzetta di San Rocco di fronte alla struttura dell’Oratorio ricevono, grazie all’impegno di silenziosi volontari coordinati da parrocchia e Caritas, la colazione: per loro ci sono latte, caffè e tè caldi, qualche brioches, biscotti, pane e marmellata. «Un modo per dare normalità a una situazione che normale non è», ci spiega il direttore di Caritas Como Roberto Bernasconi. 

newsletter

Prossimi eventi

Feb
22

22.02.2018 15:00 - 18:00
Burraco

Feb
22

22.02.2018 15:30 - 16:30
aula studio medie

Feb
22

22.02.2018 21:15 - 22:15
Incontro ADO

Feb
23

23.02.2018 14:30 - 17:00
"amici pomeriggio insieme"

Feb
23

23.02.2018 15:00 - 16:15
aula studio elementari

Feb
23

23.02.2018 17:00 - 18:00
catechismo medie

Feb
23

23.02.2018 17:15 - 18:00
Via Crucis

Feb
23

23.02.2018 19:30 - 20:30
Pugno di riso

Feb
23

23.02.2018 20:30 - 22:00
Via Crucis per tutti

Feb
24

24.02.2018 15:00 - 16:00
prove Coretto Jeans

Informazioni veloci

Attorno all'altare

Privacy Policy di http://www.sangiuseppecomo.it
Questa Applicazione raccoglie alcuni Dati Personali dei propri Utenti.
Tipologie di Dati raccolti
Fra i Dati Personali raccolti da questa Applicazione, in modo autonomo o tramite terze parti, ci sono: Cookie e Dati di utilizzo.
Altri Dati Personali raccolti potrebbero essere indicati in altre sezioni di questa privacy policy o mediante testi informativi visualizzati contestualmente alla raccolta dei Dati stessi.
I Dati Personali possono essere inseriti volontariamente dall'Utente, oppure raccolti in modo automatico durante l'uso di questa Applicazione. L'eventuale utilizzo di Cookie – o di altri strumenti di tracciamento – da parte di questa Applicazione o dei titolari dei servizi terzi utilizzati da questa Applicazione, ove non diversamente precisato, ha la finalità di identificare l'Utente e registrare le relative preferenze per finalità strettamente legate all'erogazione del servizio richiesto dall'Utente.
Il mancato conferimento da parte dell'Utente di alcuni Dati Personali potrebbe impedire a questa Applicazione di erogare i propri servizi. L'Utente si assume la responsabilità dei Dati Personali di terzi pubblicati o condivisi mediante questa Applicazione e garantisce di avere il diritto di comunicarli o diffonderli, liberando il Titolare da qualsiasi responsabilità verso terzi.
Modalità e luogo del trattamento dei Dati raccolti
Modalità di trattamento
Il Titolare tratta i Dati Personali degli Utenti adottando le opportune misure di sicurezza volte ad impedire l'accesso, la divulgazione, la modifica o la distruzione non autorizzate dei Dati Personali.
Il trattamento viene effettuato mediante strumenti informatici e/o telematici, con modalità organizzative e con logiche strettamente correlate alle finalità indicate. Oltre al Titolare, in alcuni casi, potrebbero avere accesso ai Dati categorie di incaricati coinvolti nell'organizzazione del sito (personale amministrativo, commerciale, marketing, legali, amministratori di sistema) ovvero soggetti esterni (come fornitori di servizi tecnici terzi, corrieri postali, hosting provider, società informatiche, agenzie di comunicazione) nominati anche, se necessario, Responsabili del Trattamento da parte del Titolare. L'elenco aggiornato dei Responsabili potrà sempre essere richiesto al Titolare del Trattamento.
Luogo
I Dati sono trattati presso le sedi operative del Titolare ed in ogni altro luogo in cui le parti coinvolte nel trattamento siano localizzate. Per ulteriori informazioni, contatta il Titolare.
Tempi
I Dati sono trattati per il tempo necessario allo svolgimento del servizio richiesto dall'Utente, o richiesto dalle finalità descritte in questo documento, e l'Utente può sempre chiedere l'interruzione del Trattamento o la cancellazione dei Dati.
Finalità del Trattamento dei Dati raccolti
I Dati dell'Utente sono raccolti per consentire al Titolare di fornire i propri servizi, così come per le seguenti finalità: Visualizzazione di contenuti da piattaforme esterne, Statistica e Interazione con social network e piattaforme esterne.
Le tipologie di Dati Personali utilizzati per ciascuna finalità sono indicati nelle sezioni specifiche di questo documento.
Dettagli sul trattamento dei Dati Personali
I Dati Personali sono raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi: Interazione con piattaforme esterne, contatto via email
Statistica
Visualizzazione di contenuti da piattaforme esterne Ulteriori informazioni sul trattamento Difesa in giudizio I Dati Personali dell'Utente possono essere utilizzati per la difesa da parte del Titolare in giudizio o nelle fasi propedeutiche alla sua eventuale instaurazione, da abusi nell'utilizzo della stessa o dei servizi connessi da parte dell'Utente. L'Utente dichiara di essere consapevole che il Titolare potrebbe essere richiesto di rivelare i Dati su richiesta delle pubbliche autorità.
Informative specifiche
Su richiesta dell'Utente, in aggiunta alle informazioni contenute in questa privacy policy, questa Applicazione potrebbe fornire all'Utente delle informative aggiuntive e contestuali riguardanti servizi specifici, o la raccolta ed il trattamento di Dati Personali.
Log di sistema e manutenzione
Per necessità legate al funzionamento ed alla manutenzione, questa Applicazione e gli eventuali servizi terzi da essa utilizzati potrebbero raccogliere Log di sistema, ossia file che registrano le interazioni e che possono contenere anche Dati Personali, quali l'indirizzo IP Utente.
Informazioni non contenute in questa policy
Maggiori informazioni in relazione al trattamento dei Dati Personali potranno essere richieste in qualsiasi momento al Titolare del Trattamento utilizzando le informazioni di contatto.
Esercizio dei diritti da parte degli Utenti
I soggetti cui si riferiscono i Dati Personali hanno il diritto in qualunque momento di ottenere la conferma dell'esistenza o meno degli stessi presso http://www. sangiuseppecomo.it, di conoscerne il contenuto e l'origine, di verificarne l'esattezza o chiederne l'integrazione, la cancellazione, l'aggiornamento, la rettifica, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei Dati Personali trattati in violazione di legge, nonché di opporsi in ogni caso, per motivi legittimi, al loro trattamento. Le richieste vanno rivolte al Titolare del Trattamento. Questa Applicazione non supporta le richieste "Do Not Track". Per conoscere se gli eventuali servizi di terze parti utilizzati le supportano, consulta le loro privacy policy.
Modifiche a questa privacy policy
http://www. sangiuseppecomo.it si riserva il diritto di apportare modifiche alla presente privacy policy in qualunque momento dandone pubblicità agli Utenti su questa pagina. Si prega dunque di consultare spesso questa pagina, prendendo come riferimento la data di ultima modifica indicata in fondo. Nel caso di mancata accettazione delle modifiche apportate alla presente privacy policy, l'Utente è tenuto a cessare l'utilizzo di questa Applicazione e può richiedere al Titolare del Trattamento di rimuovere i propri Dati Personali. Salvo quanto diversamente specificato, la precedente privacy policy continuerà ad applicarsi ai Dati Personali sino a quel momento raccolti.
Informazioni su questa privacy policy
sangiuseppecomo.it è responsabile per questa privacy policy.
Questa informativa privacy riguarda esclusivamente questa Applicazione.