Consiglio pastorale

Consiglio pastorale (15)

Il Consiglio Pastorale Parrocchiale è un organismo di comunione che, come immagine della Chiesa, esprime e realizza la corresponsabilità dei fedeli (presbiteri, diaconi, consacrati e laici) alla missione della Chiesa a livello di comunità cristiana parrocchiale. E' un luogo dove i fedeli, soprattutto i laici, possono esercitare il diritto-dovere loro proprio, di esprimere il proprio pensiero ai pastori e comunicarlo anche agli altri fedeli, circa il bene della comunità cristiana parrocchiale.

Il consiglio parrocchiale ha un duplice fondamentale significato: da una parte rappresenta l'immagine della fraternità e della comunione dell'intera comunità parrocchiale di cui è espresssione in tutte le sue componenti, dall'altra costituisce lo strumento della decisione comune pastorale, dove il ministero della presidenza, proprio del parroco, e la corresponsabilità di tutti i fedeli devono trovare la loro sintesi. Il consiglio pastorale è quindi realmente soggetto unitario delle deliberazioni per la vita della parrocchia. Il parroco, che presiede il consiglio e ne è parte, deve promuovere una sintesi armonica tra le differenti posizioni, esercitando la sua funzione e responsabilità ministeriale.

Un buon funzionamento esige una coscienza ecclesiale da parte dei membri uno stile di comunicazione fraterna e la comune convergenza sul progetto pastorale. Va garantita la continuità ma anche il ricambio dei membri. 

Il consiglio pastorale si deve preoccupare di coinvolgere, ascoltare e informare tutta la comunità cristiana a proposito delle princiapli questioni pastorali inerenti la vita della parrocchia.

Il Consiglio Pastorale Parrocchiale è dotato di un proprio statuto che ne definisce scopi, composizione, compiti, e modalità di funzionamento.

POSTER CP A4 

Il Consiglio Pastorale è l’organo di comunione e partecipazione dei fedeli alla vita della parrocchia rappresenta l’intera comunità parrocchiale. Ha il compito di:

a) Riflettere sulla situazione della comunità parrocchiale e della popolazione della parrocchia

b) di programmazione e di coordinamento dell’azione pastorale a

c)favorire la comunione tra i fedeli di diversa formazione e tra i gruppi ecclesiali al fine di costituire insieme la comunità parrocchiale

VERBALE CONSIGLIO PASTORALE DEL 19 GIUGNO

Sono assenti: Chiara Favero, Claudio Liuzzi; Carlo Grigioni (OFS)

Dopo la preghiera si inizia l’incontro secondo l’ordine del giorno.

1.       Approvazione Verbale CPP del 4 maggio

PARROCCHIA SAN GIUSEPPE

VERBALE DEL CONSIGLIO PASTORALE DEL 4 MAGGIO 2017

Assenti: Chiara Favero, Dario Belotti, Angelo Noseda

E’ presente Carlo Grigioni,nuovo rappresentante dell’OFS  nel CP in sostituzione di Susanna Figini

Dopo il S, Rosario recitato in chiesetta si iniziano in oratorio la riunione secondo i punti all’O.d.G.

1.LETTURA E APPROVAZIONE DEL VERBALE DELLA SEDUTA PRECEDENTE

Il verbale è stato inviato con la convocazione. Non ci sono commenti e viene quindi approvato.

2.VERIFICA ATTIITA’ 50°, FESTA DI SAN GIUSEPPE E QUARESIMA

Angelo Mambretti riassume i lavori svolti dalla commissione del 50°. E’ stato completato il programma dopo aver preso accordi con i relatori dei primi tre eventi (Marco Guggiari e Anna Rossi).Si è chiesto ed ottenuto il patrocinio del comune e sono state realizzate le locandine con il contributo di Elisa Pedretti e Angelo Noseda.  La partecipazione ai due interventi e allo spettacolo di P. Finco è stata buona e le proposte apprezzate.

Redazione del libretto del 50° e del CD/DVD.

Si è scelto di realizzare un libretto di ricordo dei 50 anni agile e di facile lettura. Il Vescovo Oscar e il Padre Provinciale Fra Sergio hanno inviato un loro saluto inserito dopo il messaggio del Parroco. I contenuti sono stati redatti da Marco Guggiari e Anna Rossi mentre le foto e la parte grafica sono state curate da Elisa Pedretti e Angelo Noseda. Il libricini sono stati resi disponibili a tutti gli incontri, alle messe e nel giorno della festa di S. Giuseppe. Sono avanzati molti libretti e bisognerà trovare opportunità e modalità per riproporli

Il DVD/CD: sono inserite per prime le foto di tutti i frati che hanno operato o operano nella Parrocchia dal 1967 ad oggi. Poi, tra le moltissime foto disponibili, sono state selezionate quelle che rappresentative di  situazioni caratteristiche come le feste, il campeggio, le comunioni e le cresime, il grest.

Il culmine della celebrazione del 50° è stata la celebrazione eucaristica presieduta dal Vescovo il giorno della festa di san Giuseppe che  ha avuto una grande partecipazione di fedeli. Nel giorno della festa la commissione ha organizzato la proiezione del DVD in chiesina, luogo facilmente accessibile e la vendita all’ingresso della chiesetta. Le copie preparate non sono state sufficienti per cui si sono prese prenotazioni  con successive consegne. E’ stata poi organizzata la visita guidata alla chiesa nuova (Elisa Pedretti)

La vigilia della festa c’è stato il tradizionale recital con grande partecipazione di pubblico, il 22 aprile il concerto mandolinistico e il 23 la concelebrazione con molti frati che hanno operato in parrocchia seguita dal pranzo comunitario in oratorio.

Festa di San Giuseppe: Si è registrato un incremento delle entrate rispetto allo scorso anno che testimonia una buona partecipazione. Fiori e tortelli sono stati esauriti già in mattinata. Per la parte pranzo aperto a tutti che si è fatto per la prima volta si rimanda ad una valutazione con Angelo Noseda.

Quaresima : p. Antonio sottolinea la buona partecipazione alla catechesi degli adulti tenuta da don Marco Cairoli. Non c’è stata invece buona partecipazione al pugno di riso.

3.MESE DI MAGGIO

Ogni sera dal lunedì  al giovedì alle 20.30 in chiesetta recita del S. Rosario; Il venerdì si il S. rosario si terrà nei luoghi della parrocchia (cortili, giardini). L’ultimo venerdì i, 27 maggio, ci sarà la processione per le vie della parrocchia a partire dal Como Sole Monreve.

4.PROSPETTIVE VACANZE  ESTIVE

Grest: dal 12/6 al 30/6; vacanze a Carona: elementari dal 2 al 9 luglio e medie dal 9 al 16 luglio

Una settimana di vacanza per famiglie a Cancano dal 16 al 22 agosto.

5.LAVORI IN ORATORIO

Campo di calcio

Sergio Frigerio con il dirigente del gruppo sportivo Gabriele La Corte presentano un’ipotesi di ristrutturazione del campo di calcio molto ridotta negli interventi e quindi nei costi. Si limita al rifacimento del campo con posa di tappeto di erba sintetica, rifacimento recinzione e illuminazione.Il costo che rimane in ogni caso significativo potrebbe essere coperto con un finanziamento che, secondo quanto presentato, potrebbe essere ripagato dagli introiti del noleggio del campo. Si avrebbe poi una struttura adeguata ai tempi e fruibile dai ragazzi che frequentano l’oratorio e attrattiva anche per altri.

Il consiglio pastorale ritiene che anche questa ipotesi debba essere approfondita sia per verificare l’effettiva compatibilità ed eventuale arricchimento della proposta formativa ed educativa in oratorio, sia per gli aspetti economici in cui deve essere coinvolto anche il CAE sia per la certezza della disponibilità pluridecennale.

Cortile oratorio

Ultimamente si è manifestato un deterioramento del fondo del cortile tale da non garantire l’utilizzo in sicurezza per i ragazzi. Essendo prossimo l’inzio del Grest p. Antonio ha deciso di provvedere alla posa di un nuovo tappetino antiurto fatto a regola d’arte. Il lavori sono stati già assegnati  e sono previsti tra il 20 e il 30 maggio. Il costo di circa 15000 € sarà coperto con le entrate della festa di S. Giuseppe. Il consiglio concorda con la decisione del parroco ritenendo l’intervento indispensabile ed anche urgente se non si vuole perdere l’opportunità di fare il Grest.

6.COMMISSIONE RINNOVO CONSIGLIO PASTORALE

L’attuale Consiglio si è formato nel 2012 e i membri sono stati inseriti da p. Sergio secondo le modalità previste dallo statuto redatto in quella occasione. Essendo prossimi alla scadenza è necessario predisporsi al rinnovo sia della statuto sia del consiglio. Prima di procedere si ritiene  opportuno verificare quali siano le norme, le indicazione ed eventualmente se esiste uno statuto di riferimento della Diocesi.

Si  intende programmare un incontro a giugno.

 

Alle ore 23 la riunione si conclude.

VERBALE DEL CONSIGLIO PASTORALE PARROCCHIALE DEL 24 GENNAIO 2017

 Assenti giustificati: Matteo Roncoroni, Chiara Favero, Bruna Marinoni

Ordine del Giorno:
1. Lettura e approvazione del verbale della precedente seduta
2. Iniziative peri 50° anniversario della consacrazione dell'altare
3. Festa di San Giuseppe: organizzazione
4. Iniziative per la Quaresima
5. Introduzione e pubblicizzazione Newsletter
6. Varie

Il Consiglio inizia alle ore 21 con un breve momento di preghiera.

P. Antonio introduce dicendo che i prossimi saranno mesi intensi per i frati sia per la benedizione delle famiglie, occasione importante e significativa di incontro sia per le iniziative connesse alla celebrazione del 50° della consacrazione e quelle quaresimali. Ciò che caratterizza la nostra parrocchia è la presenza di una fraternità.

Sottolinea anche che sembra si sia perso un po’ l’humus particolare della comunità di San Giuseppe e che prevalga l’individualismo per cui le persone non sono stimolate ad uscire la sera e a partecipare alle proposte formative della parrocchia.

 

Si passa alla trattazione dell’O.d.G.

1.      Viene letto e approvato all’unanimità il verbale della seduta del28/10/2016.

2.      Viene presentato il programma delle iniziative che verranno proposte per la celebrazione del 50°. Il programma definitivo verrà comunicato a tutti non appena completato. In sintesi: 21 febbraio serata con don S. Xeres e G.Riva, il 12 marzo spettacolo pomeridiano proposto da P. Finco, il 16 marzo intervento di Mons. Martinelli francescano e vicario episcopale di Milano; 18 marzo sera Recital e 19 marzo festa di San Giuseppe (organizzazione da parte del gruppo) in cui è prevista una visita guidata della chiesa nuova e una mostra fotografica in digitale.

Momento centrale delle celebrazioni sarà la S. Messa del 19 marzo alle ore 10.30 presieduta da S.E. Mons. O. Cantoni, vescovo di Como.

Il 23 aprile è prevista una giornata di festa a cui sono stati invitati i frati che hanno operato in parrocchia.

Per l’occasione è stato redatto un libricino in fase di produzione in cui si riassume la storia che ha portato alla formazione della parrocchia e alla costruzione della chiesa. E’ in fase di preparazione anche la locandina da utilizzare per la pubblicizzazione. Ha contribuito alla realizzazione anche il centro culturale Paolo VI. E’ stato richiesto il patrocinio del comune.

Si ritiene importante organizzare bene la distribuzione delle locandine e più in generale un’ampia pubblicizzazione.

Si sono offerti: Claudia: ospedale vecchi, nuovo, ex servizi ASL;  Massimo: scuole; Susanna: S.Agata;

Le locandine saranno anche date al Centro Pastorale/Diocesi per farle pervenire alle parrocchie, distribuite ai negozi e altri. P.Marco verificherà il possibile coinvolgimento dei ragazzi di 2° e 3° media.

3.      Il programma e le proposte specifiche della tradizionale festa di san Giuseppe saranno decise in un incontro del gruppo organizzatore che i terrà sabato 28 febbraio.

4.      Le proposte della quaresima sono:

Benedizione delle famiglie, catechesi per gli adulti con d. Marco Cairoli, Via Crucis ogni venerdì in chiesa alle ore 17.15, via Crucis serale per le vie della parrocchia il 7 aprile la cui organizzazione viene affidata al gruppo famiglie, il “pugno di riso” i venerdì sera con lo stesso stile degli anni precedenti, la raccolta di cibo.

5.      Newsletter: ha lo scopo di consentire alla parrocchia di raggiungere via mail coloro che si registrano inviando promemoria, appuntamenti, notizie, messaggi, riflessioni.

Ci si può registrare dalla Home Page del sito in cui c’è un’apposita casella. E’ una modalità di comunicazione più diretta già utilizzata in molte altre parrocchie.

Non sostituisce gli attuali mezzi di comunicazione utilizzati.

Il consiglio esprime parere favorevole all’iniziativa.

Sarà predisposto un volantino con le istruzioni da mettere in fondo alla chiesa.

6.      P. Antonio comunica che il 29 aprile ci saranno le cresime e il 30 le prime comunioni.

Claudia evidenzia le difficoltà che si incontrano nel far funzionare in modo efficace il coro sia perché manca una figura di riferimento sia per la disponibilità di organisti. Segnala come particolarmente critica la situazione per la messa di Pasqua. Si riconosce che il problema coro e organista esiste e si valuteranno eventuali soluzioni sia nell’immediato sia in prospettiva.

Susanna segnala la disponibilità di libri su temi religiosi e su P.Pio e chiede se la Parrocchia potrebbe essere interessata a lasciarli a disposizione per la lettura libera. P.Marco dice che rifletterà sulla cosa.

 

Il Consiglio Pastorale si conclude con la recita della Compieta.

 

Alle ore 23.00 la riunione termina.

Assenti giustificati: Massimo Stanzione,Bruna Marinoni, Chiara Favero

Dopo la preghiera iniziale il Parroco e il Consiglio danno il benvenuto a Fra Daniele entrato da poco nella comunità dei frati e che collaborerà con Fra Marco nella realtà oratoriale.

1.       LETTURA E APPROVAZIONE DEL VERBALE DELLA SEDUTA PRECEDENTE DEL 27/4/2016

Il Verbale viene letto ed approvato all’unanimità

2.       PREPARAZIONE ALLA CELEBRAZIONE DEL 50°

Padre Antoni o informa i membri del Consiglio sullo stato di preparazione a cui è arrivata al commissione.

a)      Iniziative culturali definite :

Il 21/2/2017 Incontro in chiesa con interventi di don Saverio Xeres e Giovanna Riva figlia di Eli lo scultore ha concepito e realizzato il crocifisso, la Sacra Famiglia e il tabernacolo della chiesa. Si alla possibilità di inserire un intervento di Elisa Pedretti per illustrare l’architettura della chiesa.

b)      Il 12/3/2017, domenica pomeriggio,  uno spettacolo7teatro per i ragazzi in chiesa per i proposto da Padre Finco responsabile del centro culturale Rosetum di Milano è che ha già fatto proposte di questo tipo in varie parti d’Italia. E’ prevista una serata con Padre Martinelli

c)       Il 16/3/2017 incontro serale con Padre Martinelli

I temi degli incontri si stanno concordando con i relatori.

Da notare che Anna Rossi che sta partecipando attivamente all’organizzazione ha anche inserito gli incontri di P. Finco e di P. Martinelli nel programma del centro Culturale Paolo VI. E’ iniziata la catalogazione dell’archivio fotografico parrocchiale e la revisione dei documenti storici. E’ prevista una mostra fotografica anche con l’ausilio di schermi su cui fare girare le immagini

Marco Guggiari utilizzerà i documenti raccolti (in parrocchia o in diocesi) per redigere una brochure che indicativamente dovrebbe essere di 60 pagine A5. Data la rilevanza storica si intende dare ampia diffusione del documento anche al di fuori della parrocchia.

Il Parroco inviterà i frati che hanno operato in parrocchia per una celebrazione comunitaria e per un giorno di festa; data proposta 23/4/2017.

Si intende pubblicizzare le iniziative anche al di fuori della parrocchia con manifesti.

Si pensa poi ad una proposta sportiva (non obbligatoriamente calcistica) che possa coinvolgere i ragazzi e anche i genitori). Data e tipo sono da valutare.

Si parla poi della festa di San Giuseppe.

Il sabato sera 18 marzo come da tradizione ci sarà il recital. Il  Parroco ha invitato il nuovo Vescovo per la Celebrazione della messa solenne.

Claudia propone di celebrare un’unica messa al mattino in orario 10,30 o 11 per favorire una celebrazione più partecipata e meglio preparata. La proposta viene approfondita e alla fine approvata. Ovviamente ci dovrà essere un’adeguata preparazione della celebrazione.

L’organizzazione della festa tradizionale (bancarelle, ecc..) sarà discussa più avanti tenendo conto anche di quanto emerso nel CPP precedente.

 3.       INIZIATIVE PER L’AVVENTO

Dopo ampia discussione si è deciso diverse proposte. Il Parroco sottolinea che sono occasioni di formazione a cui sono invitati in particolare i membri del CPP. Le date degli incontri serali sono:  l’1, il 15 e il 22 dicembre.

Oasi della Parola: tenendo conto delle esperienze passate si opta per una sola sera di carattere penitenziale dal tenersi martedì 20 dicembre. E’ anche un’opportunità per accedere alla confessione.

Si concorda che per il prossimo anno si rivedranno le proposte di avvento. Una possibilità emersa è l’alternanza tra incontri di catechesi e Oasi della Parola intesa come spazio di preghiera, di silenzio e penitenziale.

Raccolta alimenti: iniziativa confermata e che ha sempre ottenuto buona partecipazione

Dario comunica che è confermata la proposta già attuata lo scorso anno del Natale per gli Anziani

Presepio: se ne sta occupando padre Marco come fatto lo scorso anno. 

4.       PROPOSTE PER ORATORIO

Si intende ricostituire il Consiglio per l’Oratorio.

Marco comunica la buona riuscita e partecipazione alla castagnata. Questo potrebbe far pensare che proposte simili fatte ogni tanto, per esempio una voltaal mese, la domenica pomeriggio potrebbero essere anch’esse partecipate. Cosa da pensare.

Susanna/OFS: questo potrebbe anche essere l’occasione per rispondere all’esigenza dell’OFS già evidenziata in passato cioè di far coincidere l’incontro dell’OFS con l’iniziativa oratoriale.

 5.       VARIE

Marco informa che dal 27 al 30 dicembre ci sarà un’uscita ad Assisi con 10 adolescenti di San Giuseppe che si aggregheranno a quelli di altre parrocchie. Aggiunge che la GMG è stata una esperienza molto bella, la fatica è stat ampiamente compensata dagli incontri con il papa e con i giovani di tutto il mondo.

OFS: Susanna comunica (con gioia) che a breve ci saranno 2 professioni annuali e 3 vitalizie.

 

Alle ore 11 si conclude il CPP con la recita della Compieta

 

VERBALE SEDUTA CONSIGLIO PASTORALE PARROCCHIALE DEL 27 APRILE 2016

Assenti giustificati: Matteo Roncoroni, Claudia D’Antoni

Il Consiglio Parrocchiale inizia con il saluto del parroco e con la preghiera comunitaria.

Si passa quindi alla discussione dei punti all’Ordine del giorno.

1. LETTURA E APPROVAZIONE DEL VERBALE DELLA SEDUTA PRECEDENTE

Viene Letto e approvato il verbale della seduta del gennaio 2016. 

2. FESTA DI SAN GIUSEPPE: VERIFICA

Vengono segnalate alcune difficoltà incontrate in alcune proposte quali la bancarella della pesca e il giro cavalli (meno frequentato rispetto allo scorso anno). Alcuni propongono di rivedere il complesso delle proposte cambiandole o integrandole. Viene anche posta come ipotesi quella di ricorrere a sponsor che possano favorire un incremento dell’incasso.

Padre Antonio richiama l’attenzione al senso della festa: perché facciamo la festa di San Giuseppe?

Per intensificare la vita interiore, alimentare la vita spirituale e come segno di una comunità che la vive con passione. 

Padre Marco sottolinea la positività delle due iniziative culturali: la mostra fotografica preparata dal gruppo Famiglie e la visita guidata della Chiesina condotta da Anna Rossi .

Dario segnala che quest’anno la preparazione e la rimozione delle bancarelle è stata facilitata dall’aiuto di due assistiti dalla Caritas Parrocchiale coinvolti da Bruna Marinoni.

Per il futuro tutti concordano sull’opportunità di un aggiornamento delle proposte e su una maggior pubblicizzazione in città. 

A ottobre si terrà un primo incontro in cui analizzare e approfondire gli aspetti qui emersi tenendo anche conto che la festa 2017 si inserirà nel contesto della Festa del 50° della consacrazione dell’altare.

3. MESE DI MAGGIO: INIZIATIVE

Le principali inIziative in programma sono:

- Santa Messa feriale, dal lunedì al venerdì, alle ore 18 preceduta dalla recita del S.Rosario

- Rosario in Chiesa alle ore 20.30 per ragazzi, aperto a tutti, dal lunedì al venerdì

- Il Venerdì allo ore 20.30 recita del rosario nei cortili/condomini

- Venerdì 27 Maggio : processione con la statua della Madonna per le vie della Parrocchia

(Valleggio,Anzani, Leoni,Viganò, Salvo D’Acquisto).

Si cercherà di coinvolgere una banda. I vigili e le forze dell’ordine sono stati già avvertiti.

In caso di maltempo si terrà una funzione in chiesa.

 

4. RICHIESTA OFS 

Viene ripresa la stessa proposta fatta nel C.P. di gennaio e cioè la disponibilità per una domenica al mese di adolescenti della parrocchia a creare un ambiente accogliente per i bambini delle famiglie dell’OFS. L’OFS può mettere a disposizione una referente adulta, Lucia che è mamma ed insegnante di religione, che però non può seguire l’aspetto operativo. Susanna ipotizza che potrebbe farlo  per esempio il gruppo Amici di San Francesco.Padre Marco comunica che il gruppo non c’è più, i ragazzi che ne facevano parte frequentano ma non portano avanti il discorso francescano. Massimo segnala che lo stesso problema si pone per il Gruppo famiglie che si organizza in proprio. La sinergia tra due gruppi potrebbe non essere facilmente realizzabile. Padre Marco sentirà le catechiste Wanna e Barbara per verificare se sono disponibili e interessate. Lo proporrà già per l’8 maggio, prossimo incontro dell’OFS, facendole mettere in contatto con Lucia.

5. SITUAZIONE E PIANO LAVORI IN ORATORIO

Padre Antonio comunica che è obbligatorio procedere alla sostituzione della caldaia e alla sistemazione dell’impianto in quanto non più a norma. Ha già avuto un incontro con 2 architetti che si sono offerti come volontari per il progetto. E’ iniziata la revisione e a giorni si procederà alla richiesta di preventivi per le opere termiche. L’impianto sarà separato in due settori: lato bar e lato aule. Saranno necessarie anche opere murarie ed elettriche. Il costo complessivo è stimato in 60- 70 mila euro. Bruna Marinoni chiede di verificare se Como calor (teleriscaldamento) non sia utilizzabile. In tal caso verrebbero drasticamente ridotti i costi. Angelo si interesserà presso Como Calor. I lavori saranno eseguiti in estate. Va valutata anche la possibilità di ottenere contributi da associazioni comasche che hanno interessi culturali.

6. COMMISSIONE PER IL 50° DELLA CONSACRAZIONE DELL’ALTARE DELLA CHIESA

Padre Antonio ricorda che l’altare della chiesa è stato consacrato il 19 marzo 1967,  giorno della ricorrenza di San Giuseppe. Il prossimo anno ricorrerà il 50° anniversario di questo importante evento. Sarà quindi un’occasione da celebrare e festeggiare in modo adeguato. Padre Antonio propone di formare una commissione che abbia il compito di proporre l’organizzazione della festa ponendo particolare attenzione aagli aspetti liturgici, culturali, e di vita comunitaria. 

Padre Antonio inviterà il Vescovo.

I nomi proposti al parroco come membri della commissione sono: Anna Rossi, Angelo Noseda, Chiara Favero, paola Corti, Angelo Noseda, Sergio Frigerio, Marco Guggiari, Angelo Mambretti.

Il parroco contatterà le persone per dare inizio all’attività di preparazione. Ci si aspettano le prime proposte entro la metà di luglio.

7. ATTIVITA’ E VACANZE ESTIVE

Grest: dal 13 giugno all’1 luglio

Vacanze delle medie: a Carona con Padre marco

Vacanze delle elementari: dall’11 al 17 luglio in val Camonica con padre Paolo

GMG a Cracovia con la partecipazione di 5 adolescenti della Parrocchia

8. VARIE

Massimo Stanzione comunica che si darà un supporto alla festa di quartiere.

Angelo comunica che si è formata l’assemblea di zona che può essere uno strumento per segnalare problemi di interesse collettivo all’amministrazione comunale.

Bruna comunica che 6 persone seguite dalla Caritas parrocchiale hanno seguito un corso di assistente ai piani e sono stati ammessi ad uno stage di un mese in diversi alberghi di Como. Conferma inoltre che la Caritas Parrocchiale è stata accettata dal banco Alimentare che ogni 5 settimane fornisce alimenti a lunga conservazione.

 

Il Consiglio si conclude con la recita della compieta.

 

La seduta è tolta alle ore 23.10.

VERBALE DEL CONSIGLIO PASTORALE PARROCCHIALE DEL 26 GENNAIO 2016

 

Assenti giustificati: Matteo Roncoroni e Francesco Caruso

Dopo la preghiera iniziale inizia la trattazione dei punti all’O.d.G.

1.       APPROVAZIONE VERBALE CONSIGLIO PRECEDENTE

Viene letto ed approvato il verbale della seduta del consiglio precedente del  21 ottobre 2015.

 

2.       QUARESIMA

Padre Antonio illustra le iniziative previste per il periodo quaresimale:

a)      La benedizione delle famiglie: un momento bello di incontro con le famiglie della Parrocchia per cui, I frati priviliggeranno le benedizioni, ma, essendo ridotti di numero, potrebbero essere meno presenti in parrocchia.

b)      Catechesi degli adulti: sarà tenuta il giovedì da Padre Paolo Santagostini il 18 e 25 febbraio e il 3 e 10 marzo ore 21. E’ proposta anche per i catechisti, i volontari, ai gruppi e alle persone presenti ed attive nella parrocchia. La formazione personale è molto importante. La realtà parrocchiale si unisce alla realtà familiare.

c)       Imposizione delle ceneri: a tutte le messe del 10 febbraio 2016.

Alle 17 celebrazione e inizio della quaresima per i ragazzi delle elementari e delle medie.

Alle 21 celebrazione eucaristica in chiesa con imposizione delle ceneri.

d)      Oasi della parola: ogni martedì di quaresima (tempo di adorazione e preghiera con possibilità di confessione)

e)      Via Crucis: ogni venerdì di Quaresima (a partire da venerdì 12 febbraio)alle 17.15; ore 19 Vespro in chiesina San Giuseppe. Ore 19.30 segue al circolo il PUGNO di RISO in ascolto della parola di papa Francesco.

f)       Triduo pasquale: il 24,25,26 marzo

g)    Via Crucis itinerante: vita la concomitanza della festa di san Giuseppe sarà anticipata all’11 marzo alle ore 20.30. Indicativamente si terrà nella zona alta della parrocchia: vie Cressoni, Montelungo, El Alamein e limitrofe. E’ necessario avvisare con un mese di anticipo la polizia urbana comunicando orari e percorso. Il Parroco chiede al Gruppo Famiglie la disponibilità a farsi carico dell’organizzazione con la collaborazione di residenti.

FESTA SAN GIUSEPPE

Sabato 19 Festa Liturgica si San Giuseppe. Santa messa in chiesina alle 17.Si terrà la domenica delle Palme. Ci sarà la solita Processione con le Palme dal piazzale della chiesetta ala chiesa.

a)      Preparazione alla festa: giovedì 17 e venerdì 18: S.Messa celebrata da Padre Dino Franchetto.

b)      Recital: il grande recital si terrà sabato 19 alle ore 21 in chiesa

c)       Festa: il 20 con le solite bancarelle, i tortelli, i cavalli, ecc.

Dario segnala la necessità di forze che aiutino nella preparazione dei banchetti; di solito il martedì e il mercoledì pomeriggio (2h) mentre il banco dei tortelli va preparato al sabato. Padre Antonio invita a contattare personalmente dei volontari . Un’alternativa potrebbe essere quella di montare i banchetti (escluso i tortelli)il weekend precedente.

d)     Mostra fotografica: Massimo Stanzione informa che ci si sta adoperando per realizzare una mostra fotografica riguardante il territorio parrocchiale. Sono già state raccolte foto del passato. Si chiede collaborazione per avere nuovi contributi anche in prestito. Si pensa che sia anche l’occasione per distribuire i libretti sulla che illustrano storia e arte della chiesa vecchia.

e)      Sergio da la disponibilità a realizzare eventuali pannelli necessari per l’affissione delle fotografie.

Il Parroco ricorda che nel marzo del 2017 ricorrerà il 50° della consacrazione dell’altare della chiesa nuova.

VARIE

OFS: chiede la possibilità di avere presenze di ragazzi nelle domeniche pomeriggio in cui l’OFS si ritrova in parrocchia in modo da avvicinare i ragazzi dell’OFS con quelli della parrocchia. I prossimi incontri sono previsti il 6 aprile, l’8 maggio (giorno delle comunioni) e il 12 giugno. Marco verificherà l’eventuale disponibilità di adolescenti per questo impegno di servizio.

CPP: si rende noto che tre membri hanno lasciato il consiglio pastorale. Josianne Maret e David D’Ambrosio per motivi di lavoro e familiari, Giovanni Moschioni per trasferimento fuori parrocchia

Consiglio Affari Economici (CAEP): il Parroco comunica di aver ricostituito il CAEP, organo obbligatorio nominando i membri laici che consiglieranno il parroco, che ne è responsabile, nella gestione economica della parrocchia. Membro del CAEP è anche il vicario Padre Marco.I nominativi dei laici nominati sono stati trasmessi, come dovuto, alla Curia Vescovile. La prima riunione è convocata per il 27 gennaio.

LAVORI IN ORATORIO

I lavori di ristrutturazione dei bagni sono stati completati. Va fatta solo la chiusura lavori.

Sono stati raccolti contributi per la metà del costo complessivo cosa che il parroco ritiene positiva.

E’ obbligatorio intervenire con la ristrutturazione dell’impianto di riscaldamento con sostituzione della caldaia in quanto non rispondente alle normative attuali. E’ già stata ottenuta una proroga non più rinnovabile. Si sta preparando un progetto ed un preventivo a cura di un architetto della parrocchia. L’intervento dovrà essere eseguito nell’estate 2016.

E’ stato segnalato che gli abeti posti nei giardinetti parrocchiali sono malati e potrebbero essere a rischio caduta. Si renderà perciò necessario un intervento di taglio al piede e di predisposizione per una successiva ripiantumazione. Si dispone di un preventivo di spesa di circa 8000€

Ristrutturazione oratorio: è stato elaborato un progetto di rifacimento del campo di calcio, delle tribune, degli spogliatoi, della recinzione e dell’illuminazione nel rispetto nelle normative. Sergio Frigerio illustra il progetto mostrando anche il relativo render. Si sta discutendo con la Provincia come ottenere la concessione trentennale da parte di Provincia/ASL necessaria per poter poi ammortizzare il rilevante investimento. Il Parroco, vista l’entità della spesa,  ritiene che l’operazione potrà realizzarsi solo con un rilevante contributo di sponsors .

 

Il consiglio si conclude con la recita della Compieta.

 

Alle ore 23 la seduta viene tolta.

VERBALE Consiglio Pastorale Parrocchia San Giuseppe di Como

21 ottobre 2015

 

Padre Antonio introduce l’incontro ringraziando Josianne del lavoro svolto finora in qualità di coordinatrice del consiglio pastorale e informa che, per motivi familiari, non potrà più svolgere questo servizio.

L’incontro prosegue  con la richiesta del parroco di fare una riflessione comunitaria sulla  situazione della parrocchia.

Padre Antonio espone il suo pensiero dopo un anno di osservazione e di esperienza a San Giuseppe: la comunità parrocchiale è vecchia e  vengono meno i collaboratori ma nel contempo è bella, c’è una buona partecipazione alla vita parrocchiale, soprattutto all’eucarestia domenicale; ciò però non è sufficiente. Ci vuole un coinvolgimento maggiore soprattutto ai momenti di formazione che devono essere permanenti anche da parte dei collaboratori e dei membri del Consiglio pastorale. La Catechesi degli adulti dovrebbe essere più partecipata: si tiene ogni giovedì sera e nel periodo di avvento ci saranno tre incontri tenuti da don Marco Cairoli, teologo. Per il catechismo dei ragazzi e degli adolescenti c’è una copertura sufficiente di collaboratori. E’ positiva inoltre l’esperienza degli incontri con i genitori e funziona molto bene l’aula studio. 

Padre Antonio ribadisce, in conclusione, la necessità di un rinnovamento che consenta una trasmisssione ed un passaggio dei compiti e dei ruoli attualmente svolti da pochi e consueti collaboratori. E’ fondamentale il rapporto interpersonale: i ragazzi con il coinvolgimento dei genitori possono diventare un forte traino.

 

Paola  riferisce che la parrocchia appare arenata e che la disponibilità offerta da alcune nuove persone non sia stata utilizzata  venendo così a  mancare da parte loro la motivazione ad offririrsi per svolgere attività o servizi in parrocchia.

 

Claudia Antoni pone il quesito sul mancato inserimento di nuove risorse: “è solo una questione di scarsa disponibilità oppure di una scarsa capacità di tutti noi,  che frequentiamo la comunità parrocchiale, che non siamo in grado di essere sufficentemente accoglienti e stimolanti?”

 

Bruna Marinoni riferisce che non ha una visione completa della parrocchia ma la osserva dal punto di osservazione della Caritas.  A tal proposito comunica che nel gruppo Caritas il ricambio generazionale è realmente avvenuto: c’è stato un aumento delle forze disponibili e contemporaneamente anche un maggior impegno per l’incremento delle richieste di aiuto. Da gennaio poi comincerà la collaborazione con il Banco Alimentare. Ogni mese c’è anche un momento di riflessione con P.Paolo che propone una breve meditazione. 

 

Paolo Liuzzi:  si vive in un mondo che va più veloce di noi, non si riesce a stare al passo e quindi  si rischia di non essere capaci di comunicare. Il senso di appartenenza c’è ma le persone dimostrano di non volersi impegnare se non per particoolari e brevi attività. 

 

Sergio Frigerio: il Gruppo Sportivo, seguendo anche le indicazioni del Parroco, organizzerà squadre anche per bambini e ragazzi. Parteciperà inoltre ad un bando di Regione Lombardia e Fondazione Cariplo per la promozione dello sport; la polisportiva collaborerà a tal fine con il dirigente della scuola di via Viganò. Dichiara inoltre che frequentare la comunità parrocchiale a volte è faticoso perchè bisogna giostrarsi tra la vita personale, familiare e, nel suo caso, l’impegno con la polisportiva.

Angelo Mambretti sottolinea la positività di questo nuovo progetto e della adeguata copertura del catechismo. Ritiene inoltre che sia fondamentale puntare sui ragazzi per coinvolgere i genitori e sviluppare la comunità.

 

Dario evidenzia che le risorse per l’organizzazione della festa patronale e per altre iniziative come la castagnata sono sempre meno anche perché si invecchia. Bisogna trovare il modo di coinvolgere nuove forze. 

 

Padre Antonio sottolinea la bellezza di due iniziative della Parrocchia che ritiene molto positive:

la Caritas, una delle iniziative che caratterizzano la nostra parrocchia;

il gruppo Famiglie. Un gruppo che è aperto a tutte le coppie e che nel tempo si è via via rinnovato.

e illustra le iniziative che sono già state programmate:

- Festa di san Giuseppe: cade il sabato antecedente la domenica delle Palme. Si sta pensando di organizzarla su due giorni qualora si riuscisse da un punto di vista organizzativo. La festa sarà preceduta dal triduo di preghiera nei giorni 16,17,18 condotto da Padre Dino Franchetto. Si inserirà anche il recital;

- Oasi di Preghiera;

- Ogni ultimo venerdì del mese alle ore 20.45 ci sarà il Gruppo di preghiera Regina della Pace; iniziativa che proseguirà tutto l’anno;

- Presepe: se ne occuperà Padre Marco;

- Iniziativa di Avvento: “cesto viveri”.

 

Angelo Mambretti si offre di svolgere il ruolo di coordinatore del consiglio pastorale.

Viene definita la data del prossimo Consiglio Pastorale: 20 gennaio 2016 ore 21.00.

La riunione termina con la recita della Compieta.

  Il verbalista

Angelo Mambretti

La riunione inizia alle ore 21.15

Questa riunione è stata indetta in occasione della visita del padre provinciale allo scopo di presentargli i membri del Consiglio Pastorale e dei gruppi da loro rappresentati.

Padre Antonio inizia con il presentare al CPP il padre provinciale Sergio Pesenti.

Il provinciale prende la parola ed afferma che i frati sono i “servi della comunità cristiana” e che hanno bisogno di collaboratori. Spiega che ci sono 6 parrocchie e che ci sono pochi frati giovani. Per questo motivo ci saranno delle scelte da fare, alcune parrocchie sono già state chiuse. Chiede a noi di aiutare i frati nel loro cammino della fraternità in quanto il CPP è composto da persone che si assumono il ruolo di guidare la comunità cristiana insieme ai frati.

A proposito dei lavori da fare in oratorio, conferma la necessità di avere un preventivo globale dei lavori da fare e poi di affrontare i lavori poco alla volta.

A questo punto si passa alla presentazione di ogni singolo membro del CPP:

Sergio Frigerio – segue la polisportiva dall’89. Dice che con l’arrivo di p. Antonio il gruppo ha ricevuto un buon incentivo per cercare di riavvicinare i bambini all’oratorio. Attualmente tutte le squadre sono composte da ragazzi e ragazze grandi. Secondo lui un buon modo per riavvicinare i bambini sarebbe quello di sistemare il campo da calcio.

Angelo Noseda – responsabile del circolo, si occupa della attività che vengono svolte con gli adulti

Angelo Mambretti – si è occupato in passato del corso fidanzati, attualmente si occupa con Elisa del sito parrocchiale

Claudia Antoni – in passato è stata educatrice degli ADO, attualmente canta alla messa delle 11

Giuseppina Scapaticci – è qui in veste di uditrice e si occupa della Buona Stampa

Bruna Marinoni – responsabile della Caritas parrocchiale che si occupa di 32 famiglie per il banco alimentare e di 10 famiglie per l’assistenza burocratica. Afferma che tutte le famiglie sono state verificate dal centro di ascolto diocesano

Paola Corti – fa parte della Caritas, è presente nelle varie messe per diverse mansioni e fa parte anche del Gruppo Recital

Dario Bellotti – factotum

Chiara Favero – fa parte della Caritas

Lorenzo Vernole – gruppo famiglie composto ormai da 10 famiglie, caritas nel limite del possibile e consiglio pastorale vicariale

Francesco caruso – non ha molto tempo a disposizione non ha un ruolo definito all’interno di un gruppo parrocchiale

Matteo Roncoroni – con la moglie Elisa, si occupa del gruppo fidanzati da circa 10 anni insieme ad altre 2 coppie. Attualmente stanno seguendo 7 coppie di fidanzati. Spiega a grandi linee le modalità del “percorso” e lamenta un po’ la difficoltà  di avere una continuità perché le coppie molto spesso con il matrimonio si trasferiscono.

Susanna Figini – ministra OFS, non fa parte della parrocchia ma a S. Agata fa parte del gruppo famiglie e del corso fidanzati. Presenta un’attività che l’OFS vorrebbe mettere in atto il 4 ottobre 2015 essendo quest’anno di domenica. Vorrebbero coinvolgere tre parrocchie: San Giuseppe, S. Agata e S. Orsola chiedendo di poter, alla fine della messa, presentare il gruppo OFS dall’ambone. Fuori dalla chiesa venderanno i calendari che quest’anno sull’ultima pagina porteranno tutti i contatti delle varie fraternità. In centro storico vorrebbero mettere un gazebo dal quale poter dare informazioni sulle attività OFS. Chiedono se un frate potrà essere presente. Il ricavato delle vendite verrà devoluto alla caritas di San Giuseppe per le Adozioni a Vicinanza.

Claudio Liuzzi – si occupa del bar, delle attività ludiche e fa parte del consiglio dell’oratorio

Giovanni Moschioni – non fa parte di nessun gruppo in particolare

Josianne Maret – verbalista del Consiglio Pastorale e del Consiglio dell’ Oratorio, ha fatto parte fino a qualche mese fa del Gruppo Amici di san Francesco

Finite le presentazioni Moschioni prende la parola e fa presente che non è molto d’accordo con le nuove modalità di Comunione e Cresima in quanto pensa che ci sarà un allontanamento precoce dei ragazzi dall’oratorio. A questo punto p. Antonio replica che i ragazzi devono essere seguiti principalmente dalle famiglie. L’oratorio aiuta le famiglie NON le sostituisce. Tante volte ci sono dei genitori che portano i figli davanti alla chiesa per la messa e poi loro se ne vanno. La catechesi è la formazione di vita e bisogna stare alle regole della diocesi.

Vernole concorda con p.Antonio e afferma che l’attenzione del CPP verso i giovani è forte. Precisa che probabilmente devono essere incuriositi per attirarli nelle attività parrocchiali.

Figini fa presente l’esempio di sua figlia che ha fatto la Comunione e Cresima l’anno scorso, da 30 ragazzi, dopo il sacramento, sono scesi a 5. Propone che venga fatto un’offerta che faccia da legante tra i ragazzi di 5^ con quelli delle medie.

Il p. provinciale ringrazia ancora i membri del CPP e afferma che dobbiamo trovare delle novità comunicative della fede. Ci prega di riflettere su due importanti emergenze.

1 – emergenza giovani – se ci sono 6 parrocchie di frati che non hanno giovani vuol dire che ci dobbiamo rinnovare

2 – emergenza famiglia – se le famiglie si disgregano è finita. La famiglia educa e l’oratorio aiuta.

 

La riunione si scioglie alle 22.10 con la recita della compieta.

Prima di iniziare la riunione vera e propria p. Antonio fa presente che nella nostra parrocchia ci sono parecchie iniziative che vanno bene ed altre che invece andrebbero rinforzate. Ha notato che c’è una buona collaborazione e insiste sul fatto che comunque tutte le attività devono avere come punto di riferimento Dio, tutto va fatto a lode e gloria di Dio.

Viene comunicato al CPP che in alcune curie (forse anche a Como) si stabilisce un giorno in cui tutti gli organismi parrocchiali vengono eletti contemporaneamente.  P. Antonio si informerà su questa eventualità e comunicherà quanto saputo al CPP. (E’ possibile che si sia tutti dimissionari)

Si inizia con la lettura del verbale precedente. Nessuno obietta e quindi si toccano i punti dell’OdG.

- Revisione iniziative – quaresima, festa patronale, Pasqua

Per quanto riguarda le attività quaresimali, Via Crucis e Pugno di riso solidale, il parroco è soddisfatto. 

Secondo lui sono da riproporre l’anno prossimo. Il CPP approva. 

p. Antonio vorrebbe trovare altre attività che possano far crescere la comunità. Vernole concorda che le attività potrebbero essere incrementate. 

P. Antonio chiede cosa ne pensa il CPP della Via Crucis per le strade. Mambretti dice che secondo lui è importante fare al di fuori della chiesa per dare un segno visibile e per coinvolgere un maggior numero di persone. Corti riferisce che qualcuno ha fatto presente che non è stata abbastanza pubblicizzata (avrebbero provveduto a mettere lumini su più abitazioni).

A proposito della festa patronale viene riferito che c’è stata meno affluenza degli anni scorsi ma i parametri economici sono stati rispettati. 

Si conferma che il Consiglio Economico è regolarmente costituito. A p. Antonio la festa è sembrata poco sentita a livello liturgico e quindi chiede di rivedere un pochino la messa e i canti. Noseda precisa che la festa  richiama molti ex parrocchiani che approfittano di questo giorno per ritornare a san Giuseppe e rivedere vecchie conoscenze. E’  piaciuta molto  l’iniziativa di aver fatto celebrare la messa da p. Arturo. 

P.Gianpaolo propone che la festa sia preceduta da serate di predicazione. Frigerio ricorda che in passato venivano fatte delle serate a tema. 

Noseda precisa che le attività iniziavano il mercoledi.

A questo punto p.Antonio propone di costituire una commissione che aiuti la persona che si fa carico con grande impegno dell’organizzazione della festa. 

P.Antonio ritiene che nella commissione partecipi un referente responsabile di  ogni bancarella o attività e che si mantenga un coordinatore generale. 

Frigerio pensa chiede che vengano coinvolte persone nuove che possano portare idee innovative e approva la costituzione commissione. 

A questo proposito si decide di istituire una commissione che si occuperà dell’organizzazione della festa a partire dal mese di settembre.

Stanzione interviene dicendo che a dicembre ricorre il 50esimo anniversario della chiesa grande. Anche per questa celebrazione si creerà un comitato organizzativo.

P. Gianpaolo fa presente che è peccato che la chiesina di via Valleggio sia quasi sempre chiusa. 

A questo proposito p. Antonio  si auspica che aumentino le richieste per matrimoni e battesimi da fare in chiesina.

Si passa ora a parlare della Pasqua. Viene ricordato al CPP che deve essere animatore della comunità e quindi essere presente alle varie celebrazioni. 

P. Antonio è stato contento della partecipazione alla veglia pasquale. Fa altresì presente che servirebbe un sacrista che possa seguire un po’ tutta l’organizzazione liturgica, i fiori e quant’altro serve in chiesa.

- Prospettive – mese di maggio, grest e vacanze estive

p. Antonio si è informato sulle iniziative del mese di maggio che sono:

- messa delle 18 preceduta dal rosario in chiesina

- rosario per i bambini alle 20.30

- rosario del venerdì nelle corti

Il parroco propone che il 30 maggio venga fatta una processione con la Madonna per le vie del quartiere. 

Bisogna stabilire, modalità di trasporto della statua, tragitto, canti e preghiere.

Per quanto riguarda il grest e le vacanze estive dei ragazzi  non ci sono state proposte  alternative.

Le vacanze   a Cancano dal 16 al 23 di agosto sono aperte a tutte le famiglie della parrocchia  che vogliono partecipare  .

- Varie ed eventuali

- Viene comunicato che urgono i lavori di ristrutturazione dei servizi igienici dell’oratorio. Probabilmente verranno fatti dopo il grest quando non ci sono persone nella struttura.

- Frigerio ha portato i disegni per l’ampliamento del campo di calcio. Ha comunicato che il rinnovo del contratto con la ASL sarà ventennale. L’argomento verrà ripreso in seguito.

- P. Antonio comunica che sabato 6 maggio alle ore 21 il Consiglio Pastorale Parrocchiale incontrerà il padre Provinciale

Pagina 1 di 2

newsletter

Prossimi eventi

Dic
12

12.12.2017 15:30 - 16:30
aula studio medie

Dic
12

12.12.2017 17:00 - 18:00
catechismi elementari

Dic
14

14.12.2017 15:00 - 17:00
burraco

Dic
14

14.12.2017 15:30 - 16:30
aula studio medie

Dic
14

14.12.2017 21:00 - 22:00
incontro con d.Marco Cairoli

Dic
14

14.12.2017 21:00 - 22:00
catechesi ADO

Dic
15

15.12.2017 11:30 - 17:00
s.messa e pranzo di Natale tomboline

Dic
15

15.12.2017 15:00 - 16:00
aula studio elementari

Dic
15

15.12.2017 17:00 - 18:00
confessioni 1,2,3 media

Dic
15

15.12.2017 17:00 - 18:00
catechismi medie confessioni

Informazioni veloci

Attorno all'altare

Privacy Policy di http://www.sangiuseppecomo.it
Questa Applicazione raccoglie alcuni Dati Personali dei propri Utenti.
Tipologie di Dati raccolti
Fra i Dati Personali raccolti da questa Applicazione, in modo autonomo o tramite terze parti, ci sono: Cookie e Dati di utilizzo.
Altri Dati Personali raccolti potrebbero essere indicati in altre sezioni di questa privacy policy o mediante testi informativi visualizzati contestualmente alla raccolta dei Dati stessi.
I Dati Personali possono essere inseriti volontariamente dall'Utente, oppure raccolti in modo automatico durante l'uso di questa Applicazione. L'eventuale utilizzo di Cookie – o di altri strumenti di tracciamento – da parte di questa Applicazione o dei titolari dei servizi terzi utilizzati da questa Applicazione, ove non diversamente precisato, ha la finalità di identificare l'Utente e registrare le relative preferenze per finalità strettamente legate all'erogazione del servizio richiesto dall'Utente.
Il mancato conferimento da parte dell'Utente di alcuni Dati Personali potrebbe impedire a questa Applicazione di erogare i propri servizi. L'Utente si assume la responsabilità dei Dati Personali di terzi pubblicati o condivisi mediante questa Applicazione e garantisce di avere il diritto di comunicarli o diffonderli, liberando il Titolare da qualsiasi responsabilità verso terzi.
Modalità e luogo del trattamento dei Dati raccolti
Modalità di trattamento
Il Titolare tratta i Dati Personali degli Utenti adottando le opportune misure di sicurezza volte ad impedire l'accesso, la divulgazione, la modifica o la distruzione non autorizzate dei Dati Personali.
Il trattamento viene effettuato mediante strumenti informatici e/o telematici, con modalità organizzative e con logiche strettamente correlate alle finalità indicate. Oltre al Titolare, in alcuni casi, potrebbero avere accesso ai Dati categorie di incaricati coinvolti nell'organizzazione del sito (personale amministrativo, commerciale, marketing, legali, amministratori di sistema) ovvero soggetti esterni (come fornitori di servizi tecnici terzi, corrieri postali, hosting provider, società informatiche, agenzie di comunicazione) nominati anche, se necessario, Responsabili del Trattamento da parte del Titolare. L'elenco aggiornato dei Responsabili potrà sempre essere richiesto al Titolare del Trattamento.
Luogo
I Dati sono trattati presso le sedi operative del Titolare ed in ogni altro luogo in cui le parti coinvolte nel trattamento siano localizzate. Per ulteriori informazioni, contatta il Titolare.
Tempi
I Dati sono trattati per il tempo necessario allo svolgimento del servizio richiesto dall'Utente, o richiesto dalle finalità descritte in questo documento, e l'Utente può sempre chiedere l'interruzione del Trattamento o la cancellazione dei Dati.
Finalità del Trattamento dei Dati raccolti
I Dati dell'Utente sono raccolti per consentire al Titolare di fornire i propri servizi, così come per le seguenti finalità: Visualizzazione di contenuti da piattaforme esterne, Statistica e Interazione con social network e piattaforme esterne.
Le tipologie di Dati Personali utilizzati per ciascuna finalità sono indicati nelle sezioni specifiche di questo documento.
Dettagli sul trattamento dei Dati Personali
I Dati Personali sono raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi: Interazione con piattaforme esterne, contatto via email
Statistica
Visualizzazione di contenuti da piattaforme esterne Ulteriori informazioni sul trattamento Difesa in giudizio I Dati Personali dell'Utente possono essere utilizzati per la difesa da parte del Titolare in giudizio o nelle fasi propedeutiche alla sua eventuale instaurazione, da abusi nell'utilizzo della stessa o dei servizi connessi da parte dell'Utente. L'Utente dichiara di essere consapevole che il Titolare potrebbe essere richiesto di rivelare i Dati su richiesta delle pubbliche autorità.
Informative specifiche
Su richiesta dell'Utente, in aggiunta alle informazioni contenute in questa privacy policy, questa Applicazione potrebbe fornire all'Utente delle informative aggiuntive e contestuali riguardanti servizi specifici, o la raccolta ed il trattamento di Dati Personali.
Log di sistema e manutenzione
Per necessità legate al funzionamento ed alla manutenzione, questa Applicazione e gli eventuali servizi terzi da essa utilizzati potrebbero raccogliere Log di sistema, ossia file che registrano le interazioni e che possono contenere anche Dati Personali, quali l'indirizzo IP Utente.
Informazioni non contenute in questa policy
Maggiori informazioni in relazione al trattamento dei Dati Personali potranno essere richieste in qualsiasi momento al Titolare del Trattamento utilizzando le informazioni di contatto.
Esercizio dei diritti da parte degli Utenti
I soggetti cui si riferiscono i Dati Personali hanno il diritto in qualunque momento di ottenere la conferma dell'esistenza o meno degli stessi presso http://www. sangiuseppecomo.it, di conoscerne il contenuto e l'origine, di verificarne l'esattezza o chiederne l'integrazione, la cancellazione, l'aggiornamento, la rettifica, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei Dati Personali trattati in violazione di legge, nonché di opporsi in ogni caso, per motivi legittimi, al loro trattamento. Le richieste vanno rivolte al Titolare del Trattamento. Questa Applicazione non supporta le richieste "Do Not Track". Per conoscere se gli eventuali servizi di terze parti utilizzati le supportano, consulta le loro privacy policy.
Modifiche a questa privacy policy
http://www. sangiuseppecomo.it si riserva il diritto di apportare modifiche alla presente privacy policy in qualunque momento dandone pubblicità agli Utenti su questa pagina. Si prega dunque di consultare spesso questa pagina, prendendo come riferimento la data di ultima modifica indicata in fondo. Nel caso di mancata accettazione delle modifiche apportate alla presente privacy policy, l'Utente è tenuto a cessare l'utilizzo di questa Applicazione e può richiedere al Titolare del Trattamento di rimuovere i propri Dati Personali. Salvo quanto diversamente specificato, la precedente privacy policy continuerà ad applicarsi ai Dati Personali sino a quel momento raccolti.
Informazioni su questa privacy policy
sangiuseppecomo.it è responsabile per questa privacy policy.
Questa informativa privacy riguarda esclusivamente questa Applicazione.